Liga: Barcellona – Siviglia, una sfida da Champions

Anticipo che si potrebbe definire di lusso per l’ottava giornata della Liga, quello tra Barcellona e Siviglia. Un venerdì sera inedito quantomeno per i catalani, non abituati a scendere in campo così “presto”, ma del resto c’è la Champions League alle porte come per il Siviglia.

Andiamo a vedere gli spunti di questa sfida che vede gli andalusi in netta crescita nelle ultime settimane.

Barcellona – Siviglia, orari e dove vedere la partita

Appuntamento venerdì 29 settembre alle 21 allo stadio Montjuic di Barcellona, casa provvisoria del Barcellona mentre il Camp Nou è in piena ristrutturazione. L’incontro sarà visibile su DAZN: per gli abbonati alla piattaforma il servizio sarà accessibile sia in diretta streaming che on demand su qualsiasi dispositivo (tablet, smartphone, computer e SmartTV).

Le probabili formazioni

Dopo lo spavento con il Mallorca, il 2-2 strappato in extremis, Xavi è facile che vada con l’undici-tipo a parte gli infortunati, su tutti De Jong. Dopo il mini-turnover del turno infrasettimanale spazio dunque quindi a Lewandowski dall’inizio oltre che a Christensen e Koundé, anche loro panchinati a Mallorca. Nel mirino c’è anche, come detto, la Champions League e la sfida al Porto.

Il Siviglia da quando è tornato Sergio Ramos non ha mai perso, esibendosi in un clamoroso 4-1 contro l’Almeria martedì sera: una partita perfetta come non si vedeva da tempo al Sanchez Pizjuàn. Mendilibar ha deciso di fare fiducia a quasi tutti i nuovi acquisti ricavandone grossi dividendi, da Lukebakio a Sow. Anche qua il calendario dice Champions per i biancorossi, con in programma la partita contro il Psv Eindhoven.

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; J.Cancelo, Koundé, Christensen, Balde; Gavi, Romeu, Gundogan; Raphinha, Lewandowski, J.Felix. All. Xavi

SIVIGLIA (4-2-3-1): Nyland; Juanlu, Bade, Ramos, Pedrosa; Sow, Rakitic; Suso, Ocampos, Lukebakio; En-Nesyri. All. Mendilibar

Barcellona – Siviglia, i precedenti nella Liga

Questa partita è uno dei grandi classici del calcio spagnolo ed è stata persino un’edizione sia della Supercoppa di Spagna che addirittura della Supercoppa Europea. Due volte quest’ultima, con una vittoria a testa per Siviglia (2006) e Barcellona (2015).

I precedenti in assoluto sono questi:

  • – Vittorie Barcellona: 87
  • – Pareggi: 36
  • – Vittorie Siviglia: 35
  • – Gol segnati dal Barcellona: 323
  • – Gol segnati dal Siviglia: 193

Nella Liga in casa del Barcellona il record invece è questo:

  • – Vittorie Barcellona: 61
  • – Pareggi: 11
  • – Vittorie Siviglia: 6
  • – Gol segnati dal Barcellona: 206
  • – Gol segnati dal Siviglia: 71

Barcellona – Siviglia, le chiavi tattiche

Come possiamo vedere, insomma, la tradizione in casa (ma al Camp Nou e non al Montjuic) dice chiaramente Barcellona favorito. Un Barça che dopo il passo falso nel turno infrasettimanale ha perso la vetta e persino il secondo posto, viste le contemporanee vittorie del Girona e del Real Madrid. Xavi quindi vorrebbe andare a Oporto per la Champions con altri tre punti in tasca in campionato. I catalani sono il miglior attacco della Liga con 18 gol, ma dovrebbero registrare una difesa che fin qua ha preso 8 reti in 7 partite: un po’ troppe.

Il Siviglia è rinato nelle ultime due settimane e non è un caso che questo sia avvenuto con il ritorno al centro della difesa di Sergio Ramos. Il “figliol prodigo” biancorosso anche se ha ormai 38 anni è molto meglio di stopper improvvisati come Fernando o Gudelj e accanto a lui tutti sono cresciuti. In più per via degli infortuni Mendilibar ha iniziato a dare fiducia ai nuovi acquisti che stanno rendendo molto bene.

Si prospetta comunque una sfida a viso aperto, con il Barcellona quest’anno è difficile annoiarsi vista la grande qualità in tutti i reparti, corroborata dagli arrivi dei due Joao, Cancelo e Felix, protagonisti nell’avvio di stagione. Siviglia che può permettersi di giocare di rimessa, contenere e sperare che i vari Suso e Ocampos siano in serata. Potrebbe pesare, però, l’impegno di Champions League: il Siviglia infatti al debutto in Europa ha solamente pareggiato col Lens e dovrà recuperare il terreno perduto.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato