italia inghilterra

Italia – Inghilterra: Mancini prova a rilanciare gli azzurri in Nations League

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Italia – Inghilterra.

Ricordi dolci di 14 mesi fa per noi, quando in una notte di mezza estate, gli azzurri a Wembley conquistano il secondo titolo continentale per la nazionale.

Sembrano passati secoli però, con l’Italia che per la seconda volta di fila manca l’accesso al Mondiale e gli inglesi che soffrono in Nations League, ma guardano fiduciosi alla spedizione in Qatar.

Animi contrapposti, con Roberto Mancini chiamato alla seconda “rifondazione” del blocco azzurro e con un occhio alla classifica del gruppo 3 della Serie A di Nations League.

Italia terza con 5 punti, con l’Ungheria al comando a quota 7 e Germania staccata di una lunghezza. Proprio queste due nazionali si scontrano nell’altra sfida della quinta giornata.

Ultima spiaggia per la nazionale dei “Tre Leoni”: ultimi con 2 punti, in caso di KO sarebbero matematicamente retrocessi nella Serie B della Kermesse. Il primo passo falso di Southgate alla guida della selezione, dopo un terzo posto mondiale e la seconda piazza nel campionato Europeo.

Intrecci, speranze, paure, sogni e quanto altro verso la sfida di San Siro: Venerdì alle 20.45 la scala del calcio farà da cornice a Italia – Inghilterra. Vediamo nel dettaglio.

Italia Inghilterra in breve

  • Quando si gioca: Venerdì 23 Settembre ore 20:45;
  • Dove si gioca: stadio San Siro, Milano;
  • Arbitro: Jesus Gil Manzano (ESP);
  • Dove vederla: Rai1, RaiPlay;
  • Probabile Formazione Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci (Acerbi), Bastoni, Emerson Palmieri; Barella, Jorginho, Tonali; Gnoto, Immobile, Raspadori. CT Mancini.
  • Probabile Formazione Inghilterra (4-2-3-1); Ramsdale; Alexander-Arnold, Dier, Stones, James; Rice, Phillips; Saka, Mount, Sterling; Kane. CT Southgate.

I precedenti tra Italia e Inghilterra

La nazionale azzurra e quella dei Tre Leoni si incrociano per la 30ª volta nella loro storia.

Nelle 29 precedenti sfide, il bilancio sorride ai nostri ragazzi: 10 vittorie dell’Italia, contro 8 dell’Inghilterra, con 11 pareggi che completano il quadro.

L’ultima sfida concerne la gara di andata della Nations League, dello scorso giugno: pari senza reti e un buon punto in trasferta per la squadra di Mancini.

Il penultimo incrocio è quello più dolce per noi, con la vittoria nella finale degli Europei.

Azzurri imbattuti da 10 anni contro gli inglesi. L’ultima vittoria dei britannici risale al 15 agosto 2012: 2-1 finale. Da quel momento 5 match, con un successo italiano e quattro pareggi nei 90 o 120 minuti che diventano due vittorie e tre pareggi se conteggiamo appunto il successo nostrano nella finale di Euro 2020, ai calci di rigore.

La nostra nazionale non perde in casa contro gli inglesi da 61 anni. Risale al 1961 l’ultima vittoria dell’Inghilterra sul suolo italiano. Da allora, 5 vittorie dell’Italia e due pareggi.

Complessivamente, l’Italia ha ospitato i rivali 12 volte, con 5 successi azzurri, 5 pari e 2 vittorie ospiti.

Problema Meazza. L’Italia non vince a Milano da sei partite, parziale in cui ha collezionato cinque pareggi seguiti dalla sconfitta
contro la Spagna dell’ottobre 2021 in Nations League: gli Azzurri non hanno mai perso due incontri consecutivi nel capoluogo lombardo nella loro storia.

L’ultima gara dell’Italia concerne la quarta giornata della Nations League: Ko pesantissimo per 5-2 in Germania e dopo 8 anni rischia di perdere due gare di fila.

L’ultima volta fu nel Mondiale brasiliano del 2014, quando la formazione guidata da Cesare Prandelli venne sconfitta da Costa Rica e Uruguay.

Statistiche a confronto tra Italia e Inghilterra

Italia che nelle ultime 6 gare giocate, dal match contro la Macedonia del Nord che è costato l’accesso al Mondiale, sono arrivati 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte.

Nel raggruppamento della Nations League, i ragazzi del CT Mancini hanno raccolto 5 punti: una vittoria contro l’Ungheria, pareggi contro Germania e Inghilterra, con l’unico KO in terra tedesca.

Lo score azzurro recita 5 gol fatti e 7 subiti. In attacco dovrebbe giocare Ciro Immobile che spera di agganciare a quota 56 presenze con la maglia della nazionale maggiore, Roberto Baggio. Per l’attaccante della Lazio 15 gol per il momento, con il “Divin Codino” che ha trovato la via della rete in 27 occasioni.

A proposito di presenze. Leonardo Bonucci, nel caso dovesse giocare, eguaglierebbe Giorgio Chiellini e Daniele De Rossi al quarto posto, nella graduatoria dei giocatori con più presenze in nazionale: gettone numero 117 per il capitano bianconero.

Non solo, ma fra i convocati di Mancini, Bonucci è l’unico ad aver segnato una rete alla nazionale dei Tre Leoni: nella finale di Euro 2020, con il gol dell’1-1.

Inghilterra che non vince da 4 gare, in cui ha raccolto due pareggi e due sconfitte. Questo arco di sfide comprende il girone di Nations League.

I britannici non registrano una striscia più lunga senza successi dal giugno 2014, quando arrivarono a cinque tra amichevoli e fase a gironi del Mondiale in Brasile.

Ultimo posto con 2 punti e come detto, in caso di sconfitta per gli inglesi sarebbe certa la retrocessione nella Serie B della manifestazione.

Nel 2022 soltanto due successi per i ragazzi di Southgate: 2-1 alla Svizzera e 3-0 alla Costa D’Avorio, entrambe in amichevole.

L’ultima vittoria in una gara ufficiale, o comunque con i tre punti in palio, riguarda l’ultima giornata delle qualificazioni ai Mondiali: 15 novembre 2021 e pesante 10-0 rifilato al piccolo San Marino.

Nessun giocatore dell’Inghilterra ha preso parte a più reti di Harry Kane (due reti e tre assist) in Nations League (cinque, al pari di Marcus Rashford).

L’attaccante del Tottenham è inoltre il giocatore dei Tre Leoni che ha effettuato più conclusioni nella competizione: 49, ben 30 più di qualsiasi altro compagno di squadra.

Le probabili formazioni e le ultime news

Diverse assenze dall’una e dall’altra parte, con l’Italia che paga sulla carta il prezzo maggiore in ottica infortunati. Vediamo le scelte dei due CT.

Qui, Italia

Roberto Mancini si appresta alla sua 54ª partita con l’Italia, superando così Arrigo Sacchi e agganciando Ferruccio Valcareggi e Azeglio Vicini (entrambi a 54) al quinto posto nella classifica dei tecnici con più gare sulla panchina della Nazionale azzurra.

Dopo il forfait di Verratti, salutano Coverciano anche Pellegrini e Politano, con Esposito e Gabbiadini al loro posto, oltre a Frattesi che prende il posto del centrocampista del PSG. Da valutare le condizioni di Bonucci che nella Juventus ha trovato poco spazio per dei problemi fisici.

A questa lista vanno aggiunti Chiesa, Berardi, Florenzi, Locatelli, Spinazzola, Zaniolo, Calabria, Belotti e Mancini. Praticamente manca una squadra intera.

In tutto sono 29 i convocati del CT Mancini, con la mediana che gira attorno a Jorginho, con Barella e Tonali ai suoi lati. In attacco, Immobile sarà affiancato nel tridente, da Gnonto e Raspadori. Sulle fasce in difesa, Di Lorenzo a destra ed Emerson Palmieri sembrano in vantaggio su tutti.

Probabile Formazione (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci (Acerbi), Bastoni, Emerson Palmieri; Barella, Jorginho, Tonali; Gnoto, Immobile, Raspadori. CT Mancini.

Qui, Inghilterra

Quasi tutti presenti per la nazionale inglese, fatta eccezione per Pickford tra i pali. Giocherà l’estremo difensore dell’Arsenal, Aaron Ramsdale. Forfait anche per Jordan Henderson: il capitano del Liverpool è fuori da quasi un mese.

Convocati anche due “italiani”: Tomori e Abraham, ma entrambi dovrebbero iniziare dalla panchina.

Spicca poi la prima chiamata per Ivan Toney: il 26enne attaccante del Brentford è la vera sorpresa in questo avvio di stagione per la Premier League, con 6 presenze e 5 reti.

Ballottaggi sulla fascia destra, nel 4-2-3-1, con Alexander-Arnold che duella con Trippier per una maglia da titolare, mentre James è in vantaggio sul binario opposto su Shaw. A centrocampo, confermata la coppia Rice-Phillips, con Kane unico terminale offensivo.

Alle spalle del capitano inglese, ecco Saka a destra, Mount al centro e Sterling a sinistra, con Bellingham del Borussia che insidia il giocatore del Chelsea.

Probabile Formazione (4-2-3-1); Ramsdale; Alexander-Arnold, Dier, Stones, James; Rice, Phillips; Saka, Mount, Sterling; Kane. CT Southgate.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email