Vai al contenuto

Si avvicina il Natale, ma l’Inter non vorrà certo fare regali allo Spezia, nella partita che si gioca domenica alle 15 a San Siro, in diretta su Sky Calcio, nonostante un certo legame tra le due squadre. Conte ha bisogno dei tre punti per stazionare in alto in classifica; Italiano sarà d’accordo?

Sommario

I precedenti tra le due squadre

Dicevamo di un certo legame tra le due squadre: infatti l’Inter ha posseduto per un certo tempo, negli anni 2000, parte delle quote dello Spezia, nel tentativo di salvare la società dalla bancarotta. Durante quella finestra, in cui Ernesto Paolillo, rappresentante di Massimo Moratti, assunse per un certo tempo la carica di presidente, i rapporti tra le due società furono stretti anche in termine di mercato, con molti giovani dell’Inter mandati a maturare a La Spezia, come ad esempio Goran Pandev, Alex Cordaz o Riccardo Meggiorini

Nonostante lo Spezia sia all’esordio nel massimo campionato, poi, esistono dei precedenti tra le due squadre giocati a Milano: agli albori del calcio italiano, nel campionato di Prima Divisione Nazionale il 12 ottobre 1924, l’Inter si impose al campo Virgilio Fossati di via Goldoni per 5-2. 

Poi un turno di Coppa Italia del 23 agosto 1989, con gli interisti, freschi vincitori dello scudetto dei record, vittoriosi grazie ad un gol di Jurgen Klinsmann nel finale, contro uno Spezia all’epoca capitanato da Luciano Spalletti in campo.

Gli allenatori attuali non si sono mai incontrati, ma se per Vincenzo Italiano è anche la prima volta contro l’Inter, Antonio Conte ha già affrontato 3 volte lo Spezia, tutte in serie B, con un bilancio di 1 vittoria, 1 sconfitta ed 1 pareggio. 

Abbiamo parlato dei rapporti stretti tra Inter e Spezia negli anni passati, ma anche in tempi recenti le due società hanno compiuto diverse operazioni legate ai giovani, e per quanto riguarda la prima squadra si segnala il prestito in Liguria del giovane Lucien Agoume, che dopo aver esordito nell’Inter durante la scorsa stagione, con 3 presenze, è passato agli aquilotti per accumulare maggiore esperienza. 

Tra gli altri, Gennaro Acampora, cresciuto nelle giovanili dello Spezia, completò la sua formazione nella Primavera dell’Inter tra il 2012 e il 2014, prima di tornare ad indossare la maglia degli aquilotti. 

Nelle fila dell’Inter, si segnala un’esperienza allo Spezia per Roberto Gagliardini, in prestito dall’Atalanta nella stagione 14/15 in Serie B, dove ha collezionato 14 presenze e 1 gol. 

 

precedenti inter spezia

Le ultime sull’Inter

La vittoria ottenuta in maniera abbastanza fortuita contro il Napoli, grazie anche ad una prestazione d’altri tempi da parte di Samir Handanovic, ha permesso all’Inter di arrivare ad un solo punto di distanza dal Milan capolista. Antonio Conte contro lo Spezia darà spazio a qualche giocatore che ha giocato meno finora, come Andrea Ranocchia al posto di Stefan De Vrij, e si potrà rivedere Arturo Vidal in campo. Nessun cambio invece in attacco: vista la contemporanea indisponibilità di Alexis Sanchez e Andrea Pinamonti, Lautaro Martinez e Romelu Lukaku sono chiamati agli straordinari.

A centrocampo allarme rientrato riguardo le condizioni di Marcelo Brozovic, che riprenderà il suo posto davanti alla difesa, affiancato da Vidal e Nicolò Barella. Sulle fasce possibile assetto maggiormente offensivo con Ivan Perisic a sinistra e Achraf Hakimi a destra.

In difesa Danilo D’Ambrosio e Aleksandar Kolarov si candidano a sostituire rispettivamente Milan Skriniar e Alessandro Bastoni, ma è molto difficile che entrambi possano scendere in campo e anzi, appare difficile comunque che l’avvicendamento possa avvenire dall’inizio della partita.

Probabile formazione

1
Handanovic
95
Bastoni
13
Ranocchia
37
Skriniar
14
Perisic
22
Vidal
77
Brozovic
23
Barella
2
Hakimi
10
Martinez
9
Lukaku

Le ultime sullo Spezia

Dopo la folle partita contro il Bologna, con gli Aquilotti in vantaggio grazie alla doppietta di M’Bala Nzola ripresi al 92° e che hanno evitato la sconfitta grazie al rigore parato da Ivan Provedel al 96°, gli uomini di Vincenzo Italiano si presentano a San Siro senza un tassello importante della difesa. Julian Chabot è infatti stato ammonito, ed essendo il 5° giallo ricevuto in campionato, si è visto comminare una giornata di squalifica.

Sarà Claudio Terzi a prendere il posto del tedesco a fianco di Martin Erlic al centro della difesa, con il rientro di Simone Bastoni sulla sinistra e Salva Ferrer leggermente favorito rispetto a Jacopo Sala sulla destra. A centrocampo Giulio Maggiore, Tommaso Pobega e Nahuel Estevez sono in lizza per le due maglie da titolare ai lati di Matteo Ricci, che ritorna in cabina di regia al posto di Lucien Agoume.

In attacco, oltre alla scontata conferma di Nzola, è molto probabile il rientro di Diego Farias a sinistra, con Emmanuel Gyasi nettamente favorito su Kevin Agudelo sul lato opposto.

Probabile formazione

94
Provedel
20
Bastoni
19
Terzi
28
Erlic
21
Ferrer
25
Maggiore
8
Ricci
26
Pobega
17
Farias
18
Nzola
11
Gyasi

Related Posts

None found