giornata di premier

Premier L. 3° giornata: esame Newcastle per il City, Conte attento ai Lupi

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Terza giornata di Premier League pronta a decollare.

Un turno che si annuncia molto importante e che potrebbe anche nascondere delle insidie alle formazioni di vertice. Il Manchester City, capolista a punteggio pieno con l’Arsenal, è atteso a Newcastle contro una formazione che sogna in grande.

I londinesi di Arteta invece sono di scena a Bournemouth, con il Chelsea di Tuchel a sua volta in trasferta: Blues nel caldissimo “Elland Road”, tana del Leeds. Per Conte e il suo Tottenham match casalingo contro i Wolves: i Lupi inseguono la prima vittoria stagionale.

Match casalingo anche per il West Ham che dopo l’esordio in Conference League cerca i primi punti stagionali e la truppa di Moyes è attesa da un match difficile contro il Brighton del mago Potter.

Completano il quadro del terzo turno, Crystal Palace – Aston Villa, Everton – Nottingham Forest, Fulham – Brentford e Leicester – Southampton. Del Monday Night, Manchester United – Liverpool, parliamo a parte.

Vediamo cosa ci attende in Premier League.

Newcastle – Manchester City

Esami di maturità per tutti.

I campioni in carica sono di scena al St. James Park e cercano la terza vittoria di fila in campionato. Partenza lanciata dei Citizen che stanno già provano a staccarsi dal resto delle squadre: 6 gol fatti e zero subiti, per un biglietto da visita molto chiaro.

Gli uomini di Guardiola però dovranno stare attenti ai “Magpies” che sognano in grande con la nuova ricchissima proprietà. 4 punti in due gare, con due gol fatti e a loro volta imbattuti con le reti al passivo.

La truppa di Eddie Howe ha debuttato con un secco 2-0 al Nottingham Forest nella prima giornata a cui è seguito un pari senza reti a Brighton.

Il City invece ha sbancato Londra per 2-0 in casa del West Ham e poi ha demolito 4-0 il neo promosso Bournemouth.

Haaland insegue la terza rete in tre gare e si conferma l’uomo in più di una squadra che può ambire davvero a tutto.

De Bruyne e compagni hanno vinto 9 degli ultimi 10 precedenti contro i bianconeri: con un solo 2-2 a completare il bilancio in questo arco di gare. Il Newcastle non vince complessivamente dal 2014 contro i campioni in carica: 2-0 al City of Manchester.

L’ultimo Ko degli “Sky Blues” in casa dei rivali risale al 2005: 1-0 e 17 anni di imbattibilità.

Bournemouth – Arsenal

Tre punti per la fuga.

Arteta lancia i suoi all’assalto del Dean Court Stadium per centrare la terza vittoria di fila in campionato. I Gunners hanno cambiato volto e ritmo, con due vittorie importanti nei primi 180 minuti.

Derby vinto alla prima giornata in casa del Crystal Palace per 2-0 e successo interno per 4-2 contro il Leicester. 6 gol fatti e due incassati dai londinesi che lanciano chiari messaggi a tutti.

Buona la prima per le “Cherries” che hanno superato l’Aston Villa all’esordio, per poi cadere come da copione in casa del City per 4-0.

La truppa di Scott Parker da neo promossa punta alla salvezza e i match interni diventano decisivi per raggiungere l’obiettivo.

L’Arsenal ha vinto 5 degli ultimi 6 incroci contro i rivali, tra Premier League ed FA Cup. L’ultimo successo dei rossoneri risale al 2018: 2-1 e quattro anni di attesa.

Leeds – Chelsea

Una classica del calcio inglese.

Un tocco di passato nostalgico, fra due club che si affrontano da quasi 100 anni in terra inglese. Elland Road si appresta a fare da cornice ad una sfida che un tempo era considerata fra le più a rischio, in ottica Hooligans.

Tornando al calcio giocato, i “Whites” hanno 4 punti, ma stanno ancora masticando amaro per la vittoria gettata al vento in quel di Southampton: gli uomini di Jesse Marsch avanti 2-0 al St.Mary si sono fatti rimontare dai Saints, con il 2-2 finale che fa seguito alla vittoria ottenuta alla prima giornata.

Nei primi 90 minuti i bianchi hanno battuto 2-1 i Wolves. Partenza confortante quella del Leeds, dopo la salvezza rocambolesca ottenuta nella passata stagione: 4 gol fatti e 3 subiti.

I Blues arrivano a questo match da favoriti. Ma hanno gli stessi punti dei rivali, con il 2-2 con il Tottenham subito in pieno recupero e con annesse tensioni a fine gara tra Tuchel e Conte.

Dopo i 3 punti ottenuti al debutto a Goodison Park, 1-0 all’Everton, la truppa londinese cerca il bottino pieno per rimanere in scia alle prime della classe.

Negli ultimi 5 incroci, 4 successi del Chelsea e 1 pareggio. Rodrigo e soci non superano la formazione della capitale 28 dicembre 2002: 2-0 e 20 anni di attesa per cercare il nuovo successo.

Tottenham – Wolves

Respingere l’assalto dei Lupi.

Antonio Conte prepara il fortino per strappare i tre punti ai rivali, in una sfida che potrebbe lanciare i suoi a ridosso delle migliori della classe.

4 punti per gli Spurs, con il 2-2 nel derby di Stamford Bridge che ha esaltato l’ambiente: sia per l’importanza del risultato e sia per il gol arrivato in pieno recupero.

Due settimane dopo, il 4-1 casalingo ai Saints, i bianchi del Nord di Londra giocano davanti al pubblico amico: 6 reti fatte e tre subite.

Dall’altra parte i Lupi hanno un solo punto in classifica. Gli uomini di Bruno Lage inseguono il primo successo stagionale, alla luce del KO della prima giornata in casa del Leeds, a cui è seguito il pari a reti bianche davanti al pubblico amico contro il Fulham.

Prima vittoria cercarsi per i Wolves, con 1 rete segnata e 2 incassate.

Lo scorso anno, blitz ospite a Londra per 2-0, mentre l’ultimo successo interno degli Spurs, in campionato contro i rivali, è datato 16 maggio 2021: 2-0. Il segno X non esce dal 2012. Dieci anni fa le due truppe impattarono 2-2.

Le altre gare

Il quadro della terza giornata in Premier League si completa con altre 5 gare, mentre del derby di Inghilterra né parliamo a parte. Vediamo nel dettaglio.

  • Crystal Palace – Aston Villa: Eagles alla ricerca della prima vittoria stagionale, con una sconfitta e un pari a segnare il cammino nei primi 180 minuti. Villans che hanno vinto nello scorso weekend: 2-1 all’Everton. Negli ultimi 5 incroci a Londra, tre vittorie della formazione di Vieira e due per quella di Gerrard.
  • Everton – Nottingham Forest: Lampard suona la carica per i suoi Toffees ancora al palo con zero punti, dopo 180 minuti e devono evitare il terzo KO. L’ultimo avvio di stagione con tre sconfitte risale al 1990-91. La formazione di Liverpool deve fare attenzione ai “Rossi Garibaldini” che hanno vinto nell’ultimo turno: a distanza di 23 anni dall’ultimo successo in Premier League. Negli ultimi 19 precedenti complessivi, 11 vittorie dell’Everton, 6 pareggi e due vittorie. L’ultima a Goodison Park degli ospiti, risale al 30 agosto 1994: 1-2.
  • Fulham – Brentford: Derby di Londra che per la prima volta si gioca in Premier League. I Cottagers sono reduci da due pareggi di fila e in caso di terzo X, i padroni di casa eguaglierebbero l’avvio della stagione 2010-11. Negli ultimi 24 derby in Premier, la formazione di Marcos Silva non ha mai vinto: 5 pareggi e 19 KO. Le Bees gongolano ancora per il 4-0 rifilato allo United e ora cercano la seconda vittoria di fila, con 4 punti in classifica. Il 20 giugno 2020, successo delle Api per 2-0 in riva al Tamigi.
  • Leicester – Southampton: Un punto in due gare per entrambe. Le Foxes sono reduci dal 4-2 patito in casa dell’Arsenal, con i Saints che hanno pareggiato 2-2 in rimonta contro il Leeds al St. Mary. Gli uomini di Rodgers cercano la decima gara di fila da imbattuti in casa, con 5 successi e 4 pareggi. La banda di Hasenhüttl ha vinto due delle ultime 5 trasferte in casa dei campioni di Inghilterra 2016, ma sono reduci da tre Ko di fila.
  • West Ham – Brighton: Hammers che cercano il primo successo in campionato, con la truppa di Moyes ferma a quota zero. In Europa, debutto con vittoria in Conference League. 4 punti per la squadra di Potter invece e i “Gabbiani” inseguono la seconda vittoria in trasferta di questa stagione. Gli ultimi 4 incroci a Londra sono finiti sempre con il segno X, con la vittoria ospite nel 2017 per 3-0. Il successo degli Irons è datato 2012, per 6-0.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email