giornata bundesliga

La giornata di Bundesliga: solito duello in vetta, Eintracht e Leverkusen devono reagire

La terza giornata di Bundesliga si appresta ad accendersi.

Dopo 180 minuti è già fuga a punteggio pieno per le due favorire: Bayern Monaco, campione in carica da 10 anni e l’eterno antagonista, il Borussia Dortmund. I Bavaresi chiuderanno il quadro del terzo turno a Bochum, con i gialloneri che attendono in casa il rinato Werder Brema.

Alle spalle di queste due formazioni è bagarre per rimanere in scia: iniziando dalle sorprese Union Berlino e Colonia. L’ex formazione della Germania Est ospita il temibile Lipisa per un vero esame di maturità, con i “Caproni” che sono attesi sul difficile terreno del Francoforte.

Attenzione poi al Borussia Mönchengladbach che apre la terza giornata di Bundesliga, nell’anticipo del venerdì, con la visita dell’Herta Berlino. Molto interessante anche Bayer L. vs Hoffenheim, con le “Aspirine” clamorosamente ultime a quota zero punti.

Da tenere in considerazione anche Wolfsburg – Schalke 04, mentre completano il quadro del weekend: Augsburg – Mainz e Stoccarda – Friburgo. Vediamo nel dettaglio.

Classifica e 3ªgiornata di Bundesliga

Bochum – Bayern

Tre punti per proseguire a punteggio pieno.

La perfetta macchina messa in piedi da Julian Nagelsmann punta alla terza vittoria di fila, sulla strada che conduce al terzo turno. Dall’altra parte gli uomini di Thomas Reis sono ancora fermi al palo: due KO, con 3 gol fatti e 5 subiti, rispetto ai campioni in carica che hanno segnato 8 volte e con una rete al passivo.

Bis cercasi per i padroni di casa. Il Bochum ha battuto 4-2 in casa il Bayern Monaco nell’ultimo confronto in Bundesliga, il primo successo dal febbraio 2004. Non ha mai vinto due partite di fila contro i campioni in carica e solo tra il 1974 e il 1975 ha vinto due volte di fila in casa. Non resta imbattuto per due gare di fila contro i bavaresi in Bundesliga dal 1998 (2N).

Avversario gradito. Il Bayern ha vinto 46 delle 70 sfide in Bundesliga contro il Bochum (15N, 9P). La percentuale di vittorie più alta (66%) e quella di sconfitte più bassa (13%) tra tutte le squadre affrontate almeno 60 volte nel massimo campionato. 

Il Bayern è imbattuto da 48 partite in Bundesliga contro squadre nelle ultime due posizioni in classifica a inizio giornata, come attualmente è il Bochum (40V, 8N). L’ultima sconfitta in queste sfide risale al marzo 2008 contro l’Energie Cottbus (0-2 in trasferta). 

Una differenza abissale nel calciare in porta: i bavaresi hanno effettuato 18 tiri nello specchio nelle prime due giornate di questo campionato, per il primato. I rivali invece ne hanno concessi 18 agli avversari, meno solo dello Schalke (20).

Jamal Musiala del Bayern è diventato il più giovane calciatore tedesco capace di segnare 14 gol in Bundesliga all’età di 19 anni e 169 giorni. Solo Jadon Sancho ha raggiunto questo traguardo più giovane (19 anni e 145 giorni).

Borussia Dortmund – Werder Brema

Vincere e mettere pressione al Bayern.

La truppa di Edin Terzić spera di restare al comando a punteggio pieno e cerca la terza vittoria in 270 minuti di campionato: 4 reti all’attivo e una al passivo. I mitici “Verdi” sono tornati immediatamente in Bundesliga e hanno iniziato la stagione con due segni X: ancora imbattuti, ma allo stesso tempo senza vittorie.

Una classica in Germania. Borussia Dortmund e Werder Brema si affronteranno per la 107a volta in Bundesliga. Il Werder è la squadra affrontata più spesso dal Borussia nel massimo campionato, mentre la squadra di Brema ha giocato di più solo contro Bayern (110) e Amburgo (108).

La via del gol porta a Brema. Il Dortmund ha segnato in tutte le ultime 20 partite in Bundesliga contro il Werder Brema. Nella propria storia nel massimo campionato, il Borussia ha fatto meglio solo contro l’Hannover (23 gare di fila tra il 1967 e il 2005).

Un digiuno da record. Il Werder Brema non vince in Bundesliga da 12 partite (3N, 9P). L’ultimo successo risale a 528 giorni fa con il 2-0 a Bielefeld il 10 marzo 2021 – mai in precedenza aveva dovuto attendere così tanti giorni per una vittoria in Bundesliga (il record precedente era di 477 giorni tra aprile 1980 e agosto 1981).

Pressing come stile di vita. Il Dortmund ha recuperato 25 volte il pallone in una zona offensiva in questa Bundesliga, nessuna squadra ha fatto meglio (come il Leverkusen). Il Werder è terza in questa graduatoria con 23. La squadra di Brema ha anche recuperato il pallone in media a 44.9 metri di distanza dalla propria porta, il terzo miglior risultato (Lipsia 45, Colonia 45.1). 

Percentuali a confronto. Il Werder Brema ha effettuato solo 15 tiri in questa Bundesliga, meno di ogni altra formazione. Allo stesso tempo ha la migliore percentuale realizzativa con il 33% (il Borussia ha il 16%). Stando alla percentuale di parate, il Werder affronterà il miglior portiere del campionato: Gregor Kubel (90%).

Union Berlino – Lipsia

Mina vagante o semplice illusione?

In molti si chiedono se la squadra di Urs Fischer possa davvero fare il salto di qualità, dopo le prime due ottime stagioni in Budesliga. 4 punti e in scia alle prime due della classe. La vera prova del nove arriva proprio sabato, con un Lipsia che ancora appare in fase di rodaggio, ma pur sempre avversario tosto. Gli uomini di Domenico Tedesco con 2 punti, cercano il primo successo stagionale.

Poker cercasi nella capitale. Dopo aver perso le prime tre sfide in Bundesliga contro il Lipsia, l’Union Berlin ha vinto tutte le ultime tre. Nel massimo campionato, solo contro il Colonia ha registrato una striscia più lunga di successi di fila (4 dal 2019 al 2021). Per il Lipsia invece si tratta della peggiore striscia contro un avversario in Bundesliga

Il Lipsia ha sempre segnato nelle sei sfide di Bundesliga contro l’Union Berlin: solo contro il Leverkusen e l’Hertha ha giocato più spesso segnando sempre (12 gare).

Gli ospiti non hanno vinto alcuna delle prime tre partite ufficiali stagionali per la prima volta nella propria storia nel calcio professionistico (dal 2013/14; 2N in Bundesliga e sconfitta in Supercoppa). Solo per la seconda volta dopo il 2018/19, la formazione della Red Bull non ha vinto nelle prime due giornate di campionato, ma non è mai arrivato a tre.

I rossi di casa hanno iniziato la stagione con un 3-1 in casa contro l’Hertha e potrebbero vincere le prime due gare casalinghe di campionato per la prima volta. Il Lipsia non vince da tre trasferte in Bundesliga (2N, 1P), dopo aver ottenuto il successo in sei delle prime otto gare esterne con Domenico Tedesco in panchina.

Timo Werner ha segnato all’esordio dal suo ritorno al Lipsia, 777 giorni dopo la sua ultima partita in Bundesliga con il club (doppietta vs Augsburg). Werner ha una media minuti per gol più bassa contro l’Union rispetto contro ogni altra avversaria (52 minuti; 3 gol in due partite).

Borussia Monchengladbach – Hertha

Tre punti per sognare.

Questa la parola d’ordine impartita da Daniel Farke ai suoi uomini che approdano alla terza giornata con 4 punti in classifica. La formazione della capitale invece ha un solo punto, con 2 gol segnati e già 4 al passivo. Un campanello d’allarme per il tecnico Sandro Schwarz.

Un dominio netto. Dal ritorno dell’Hertha in Bundesliga nel 2013/14, il Borussia Mönchengladbach ha vinto sette delle nove sfide giocate in casa contro questo avversario, più che contro ogni altra formazione nel periodo. I berlinesi non hanno raccolto più sconfitte fuori casa contro altre squadre (sette anche vs Bayern).

Considerando la scorsa stagione, il Mönchengladbach è imbattuto da sei partite in Bundesliga (3V, 3N) e potrebbe evitare la sconfitta in tutte le prime tre gare stagionali in campionato per la prima volta in quattro anni. I Fohlen hanno perso solo una delle 11 partite in Bundesliga, 1-3 contro il Colonia nell’aprile 2022.

Vittoria cercasi. Con l’1-1 interno contro l’Eintracht, l’Hertha ha conquistato il primo punto stagionale anche se non vince in Bundesliga da cinque partite (2N, 3P). Nel 2022 nessuna formazione tra quelle sempre presenti nella competizione ha raccolto meno punti (13).

Il gol arriva sempre. L’Hertha ha sempre trovato il gol in tutte le ultime 10 gare in Bundesliga – non fa meglio dal periodo tra aprile e ottobre 2018 (12). L’ultima volta che non ha segnato è stato nello 0-2 in trasferta contro il Mönchengladbach a marzo.

Un avvio che ha il sapore della rinascita. Marcus Thuram del Mönchengladbach ha preso parte esattamente a tanti gol nelle prime due giornate quanti nelle 21 presenze della scorsa Bundesliga (2 gol, 1 assist – tre nel 2012/22). Il francese potrebbe segnare per tre gare consecutive in Bundesliga per la prima volta contro l’Hertha.

Eintracht Francoforte – Colonia

La delusione vs la sorpresa.

La formazione guidata da Oliver Glasner ha raccolto solo un punto in due gare, oltre a perdere la finale di Supercoppa Europea contro il Real Madrid. Fa ancora rumore, il 6-1 con cui i rossoneri sono stati travolti dal Bayern alla prima giornata. Gli ospiti, arrivano a questo match con 4 punti in 180 minuti: un esame importante per gli uomini di Steffen Baumgart.

Il talismano. Dal ritorno in Bundesliga nel 2012/13, l’Eintracht Francoforte ha vinto cinque delle sette sfide casalinghe contro il Colonia (1N, 1P). In media ha raccolto 2.3 punti a partita in casa, più che contro ogni altra squadra affrontata almeno 4 volte (2.3 anche contro lo Schalke).

Come nel 2021/22, l’ Eintracht Francoforte ha iniziato la stagione raccogliendo un punto nelle prime due partite – solo nel 2013/14 ha fatto peggio (zero). Il Colonia ne ha conquistati quattro come non faceva dal 2016/17 – è dal 2005/06 che non fa meglio (sei).

I padroni di casa hanno effettuato solo tre tiri nello specchio nelle prime due giornate, meno di ogni altra squadra. Il Colonia ne conta 16, meno solo del Bayern (18).

L’uomo più pericoloso del campionato. Florian Dietz del Colonia ha segnato il suo primo gol in Bundesliga nell’ultimo turno contro il Lipsia. Nelle prime due giornate di questo campionato, nessuno giocatore ha concluso più volte in porta di Dietz (9), mentre solo Jamal Musiala del Bayer ha un valore di Expected Goal più alto (1.8) rispetto al 24enne (1.6).

Leverkusen – Hoffenheim

Schiodarsi da quota zero.

La squadra di Gerardo Seoane vuol evitare la terza sconfitta di fila e soprattutto aprire una crisi che farebbe ancora più male alle “Aspirine”. Due KO che hanno lasciato il segno, quelli patiti dal Bayer L. e che ora cerca il riscatto, contro dei rivali che hanno vinto il primo match stagionale nell’ultimo turno. Attenzione alla banda di André Breitenreiter.

Il Leverkusen ha vinto 16 delle 28 sfide in Bundesliga contro l’Hoffenheim (57%) con una media di 1.93 punti a partita – contro le formazioni attualmente nella competizione, il Bayer ha una percentuale di successi maggiore (68%) e una media punti più alta (2.6) solo contro l’Augsburg.

I padroni di casa hanno perso tutte le prime tre gare ufficiali in stagione per la prima volta nel calcio professionistico (compresa la Coppa di Germania). Per la prima volta dal 2018/19 non ha raccolto punti nelle prime due partite di campionato, quando iniziò con tre sconfitte di fila (l’unica volta), chiudendo comunque al quarto posto.

Una squadra che non molla mai. Nel 3-2 contro il Bochum alla seconda giornata, l’Hoffenheim ha vinto una partita di Bundesliga rimontando due gol per la quinta volta. Dalla prima stagione del club in Bundesliga nel 2008/09, solo il Bayern ci è riuscito più spesso (sei).

Pressing fine a sé stesso. Il Leverkusen ha recuperato 25 volte il pallone in attacco nelle prime due giornate – nessuno ha fatto meglio, come il Dortmund. L’Hoffenheim ha concesso quattro tiri agli avversari in questo modo, meno solo del’Hertha (cinque).

Il Bayer L. ha segnato un solo gol con 32 tiri effettuati in questa Bundesliga, il peggior attacco fino a questo momento. Secondo gli Expected Goals, il Bayer avrebbe dovuto segnare 3.9 reti per la qualità delle proprie occasioni. Questo significa che ha realizzato 2.9 gol in meno rispetto al valore xG, la differenza peggiore del campionato.

Le altre gare

La terza giornata di Bundesliga completa il proprio schedule, con altre 4 sfide. Vediamole nel dettaglio.

  • Augsburg – Mainz: L’Augsburg ha vinto otto delle ultime 10 sfide in Bundesliga contro il Mainz (2P), dopo aver ottenuto il successo solamente in una delle 10 precedenti. Nelle ultime cinque stagioni, l’Augsburg non ha battuto altre squadre più di quattro volte e il Mainz non ha perso più spesso contro altre formazioni (8 come vs Bayern).
  • Stoccarda – Friburgo: Il Friburgo è reduce da quattro vittorie consecutive in Bundesliga contro lo Stoccarda, raccogliendo tanti successi quanti nelle 23 gare precedenti. Solo contro il Kaiserslautern (5, dal 1999 al 2001) e contro il Duisburg (6, dal 1994 al 1997) il Friburgo ha registrato una striscia di successi consecutivi di fila in Bundesliga.
  • Wolfsburg – Schalke 04: Il Wolfsburg ha vinto le ultime tre sfide in Bundesliga contro lo Schalke 04, già tanti successi quanti quelli raccolti nelle prime 16 occasioni. Il Wolfsburg però non ha mai vinto quattro gare di fila contro questo avversario. Inoltre ha ottenuto due clean sheet negli ultimi due confronti, come era già accaduto solo nel 2000, ma non è mai arrivato a tre.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati