37° di Serie A: la presentazione della giornata

Penultimo turno di campionato ricco di scontri fondamentali sia in chiave europea che in ottica salvezza. Milan e Atalanta al match point Champions, Benevento all’ultima chiamata per la permanenza nella categoria. La Juventus non può sbagliare.

Ancora due partite e la Serie A 2020/2021 volgerà al termine. L’Inter è campione d’Italia, Parma e Crotone il prossimo anno giocheranno in Serie B. Tantissimi altri verdetti, però, devono ancora essere decretati. Turno scoppiettante fin dalle prime due partite, entrambe sabato alle 15. A Marassi un Genoa con la salvezza già in tasca affronta l’Atalanta, in grandissima forma e attualmente seconda. Per gli uomini di Gasperini la conquista dei tre punti vorrebbe dire qualificazione matematica alla prossima edizione della UEFA Champions League. Scontro delicatissimo alla stessa ora: a poco più di un centinaio di chilometri di distanza lo Spezia accoglie il Torino in un vero e proprio spareggio salvezza. Entrambe le formazioni hanno 35 punti, quattro in più del Benevento, terzultimo, che questo weekend però affronterà il Crotone, già retrocesso. Per avere un quadro completo della situazione serve anche sapere che martedì si giocherà il recupero tra Lazio e Torino e poi, nell’ultimo fine settimana di Campionato lo Spezia attende la Roma, mentre a Torino arriva proprio il Benevento, in quella che potrebbe essere una vera e propria finale da dentro fuori per la permanenza nella categoria. Per arrivare a questa situazione, però, il Benevento non può permettersi passi falsi contro il Crotone questa domenica alle 15, altrimenti sarebbe condannata alla cadetteria anzitempo. L’ultima squadra non ancora matematicamente salva è il Cagliari di Leonardo Semplici, a cui basterebbe però raccogliere un solo punto tra la sfida contro il Milan di domenica ore 20:45 a San Siro o quella, un po’ più abbordabile, alla Sardegna Arena contro il Genoa dell’ultima giornata, il tutto ammesso che si combinino risultati particolari tra le altre tre (se così non fosse quell’ultimo punto non sarebbe nemmeno necessario). Non sarà semplice però per i sardi fare punti a casa di un Milan in formissima, che viene da una tre giorni a Torino con un bottino di 10 gol fatti, zero subiti e sei punti d’oro per la corsa alla massima competizione europea. Come per la Dea, anche per i rossoneri di Stefano Pioli mancano solo tre punti alla certezza aritmetica della qualificazione, punti che cercheranno a tutti i costi di fare domenica sera, vista poi l’ultima, proibitiva trasferta a Bergamo la prossima settimana.

In piena corsa per il quarto posto anche il Napoli, che nel lunch match di domenica cerca tre punti vitali a Firenze per non rischiare di essere scavalcato dalla Juventus. Juventus che sarà protagonista sabato ore 18 di uno dei due big match di giornata. All’Allianz Stadium farà visita l’Inter campione d’Italia, storica rivale dei bianconeri. Per gli uomini di Pirlo i tre punti sono vitali per mantenere vive le speranze Champions, anche se non ha più il destino nelle sue mani. Una sconfitta potrebbe tagliare definitivamente fuori dalla lotta i bianconeri. L’altra super sfida del turno si gioca qualche ora dopo, nell’anticipo serale del sabato, tra Lazio e Roma. Un derby della capitale che si preannuncia scoppiettante: i biancocelesti hanno bisogno dei tre punti per continuare a sperare in una complicatissima ma non impossibile qualificazione alla Champions League; i giallorossi invece vogliono togliersi almeno una soddisfazione in una stagione in cui ne hanno avute davvero poche e devono anche guardarsi dal Sassuolo per sperare nella qualificazione almeno alla Conference League. Sassuolo protagonista della sfida di domenica alle 18 a casa del Parma, ultimo in classifica e già retrocesso, e che deve conquistare tre punti per continuare a credere nella possibilità di centrare l’Europa. Le altre due partite della giornata sono Udinese Sampdoria (domenica ore 15) ed Hellas Verona Bologna (lunedì ore 20:45), due sfide con in palio solo il prestigio tra quattro club già tranquilli nella loro zona di metà classifica.

Fonte foto: Getty Images

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato