Baseball, San Marino rimette la testa avanti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

I campioni d’Italia 2021 del San Marino si sono riportati in vantaggio nella finale scudetto della Italian Baseball Series sul 3-2.

Lo hanno fatto conquistando la terza vittoria al “Nino Cavalli” (10-4), piegando il Parmaclima in gara5 soprattutto con la potenza del proprio line-up.

I ragazzi di Doriano Bindi hanno messo insieme quindici valide (3/3 Pulzetti, 3/4 Lino, 3/5 Batista) e sei doppi sui lanciatori emiliani., grazie a quattro punti al 2° tentativo e a sei segnature nel quinto turno.

I padroni di casa hanno dimezzato lo svantaggio iniziale, ma poi non sono riusciti a tenere il passo dei Titani, che hanno adesso a disposizione due incontri casalinghi al “Serravalle” (sabato sera ed eventualmente domenica) per conquistare la vittoria che vale la conferma del tricolore dello scorso anno. Parma, dal canto suo, chiede aiuto al suo fornito bullpen e al suo attacco per ribaltare la situazione. Lanciatore vincente Tiago Da Silva.

Nella partita di mercoledì sera, San Marino, dopo essere rimasto con Batista (doppio) in terza al 1° attacco, al secondo tentativo ha messo una seria ipoteca sulla vittoria, collezionando quattro punti sul partente emiliano Diego Fabiani. Celli (base), Epifano (errore di Talevi) si sistemano agli angoli, con due eliminati. Il singolo di Pulzetti sblocca il risultato, il secondo doppio di serata di Batista porta a casa due punti, mentre il singolo di Ferrini spinge il 4-0.

Parmaclima, al cambio di campo, non sfrutta una buona occasione per rientrare subito in partita: Tiago Da Silva concede la base a Mineo e viene toccato in valido da Astorri e Monello. Il secondo strike out della ripresa salva San Marino.

Al terzo inning, gara5 perde un protagonista: Diego Fabiani viene richiamato in panchina dopo aver concesso un dopo al centro a Lino e la base a Mineo. Il rilievo Mattia Aldegheri chiama al lavoro la difesa per effettuare tre eliminazioni consecutive. Poi Desimoni batte valido, va in seconda sulla base a Talevi e segna sul singolo al centro di Gonzalez.

Ci pensa poi Mineo a firmare il 4-2 con una battuta al centro. Da Silva soffre, non riesce a trovare continuità nel centrare l’area di strike, ma raccoglie la battuta di Rodriguez per eliminare a casa Gonzalez e fa battere Monello su Ferrini per la terza eliminazione che amareggia non poco i ducali, che finiscono con tre corridori in base.

Il San Marino, dopo aver lasciato i cuscini pieni al 4°, allunga definitivamente al 5°. Ustariz, il primo a presentarsi in battuta, interrompe il digiuno (arrivato fino a 0/14) con un singolo interno su Rodriguez, viene spinto in seconda dal bunt di Epifanio e corre a casa sul singolo di Leonora. Aldegheri accusa il colpo: valida di Pulzetti (dopo l’instant replay), terzo doppio di serata per Batista che fa segnare Leonora e base a Ferrini.

Per il manager Poma può bastare e, con le basi piene, chiama dal dugout Luca Capellano. Il giovane rilievo non riesce però a incidere: colpisce Angulo e permette a Pulzetti di correre a punto. Lino firma un singolo, Celli un doppio e San Marino vola.

Nell’ultimo assalto Parmaclima trova il quarto punto con le valide di Gonzalez e Mineo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email